giovedì 11 novembre 2010

Green Float vivere sulle ninfee



La società giapponese Shimizu ha progettato questo nuovo sorprendente concetto di abitazione futuristica chiamato "Green Float"sostenendo che vivendo sulle cellule si ridurrebbero le emissioni di carbonio del 40 per cento.
Il sito migliore, secondo la società sarebbe la fascia equatoriale.
Le torri verrebbero costruite da superleghe con il metallo derivante dal magnesio contenuto nell'acqua di mare; quella centrale sarebbe circondata da prati e boschi e autosufficiente per il cibo, mentre il bestiame e l'agricoltura troverebbero posto nella "pianura" che circonda la torre.
Shimizu vuole sviluppare le prime cellule nel 2025 e si sta concentrando sullo sviluppo di tecnologie per far si che il progetto sia attuabile.
Il progetto è stato esposto recentemente in una conferenza universitaria giapponese.
Ma non è la prima idea innovativa della ditta, infatti ha avanzato una proposta di circondare la luna da una cintura di collettori solari che dovrebbero raccogliere l'energia solare trasmetterla alla Terra.

2 commenti:

gabbianellalù ha detto...

eh,io sono un po' scettica su tutte queste innovazioni futuristiche...sono ancora"vecchio stampo" ;) ti auguro un sereno fine settimana...a presto Lù

Milly ha detto...

@gabbianellalù: Quello che mi colpisce è scoprire quanta inventiva e capacità possa maturare nella mente umana, la genialità di certe persone è fantastica. Ciò non significa che andrei a vivere a cuor leggero in una di queste cellule, anche se costretta da forza maggiore.
Comunque, per ora, è solo un progetto e possiamo tenere i piedi ancorati saldamente al terreno, per fortuna!
Ciao, buon fine settimana anche a te, a presto.