giovedì 21 giugno 2018

Sculture che reimmaginano i capelli di giovani donne come paesaggi fiabeschi di Yuanxing Liang



L'artista cinese Yuanxing Liang, che è insegnante di prototipazione presso l'Accademia delle Belle Arti di Sichuan, sta ridefinendo la scultura tradizionale del busto con la sua incredibile arte fantasy.



Liang realizza con argilla grigia bellissimi volti di donne che si amalgamano con delicati svolazzi ad elementi di paesaggi,



mondi meravigliosamente dettagliati dove si intrecciano alberi, ponti e templi emergenti da un sostegno di resina trasparente, che sostituice la parte posteriore delle teste e dei capelli delle figure, fondendo realismo e fantasia.
Un incanto a 360°!



Questa opera intitolata "Chunmang. Peach Blossom Island", edizione limitata ed ispirata dalla fiaba cinese del drago e i fiori di pesco, è stata venduta al Wonder Festival 2018 di Shanghai.
Nonostante il loro design complesso, Liang crea occasionalmente piccole edizioni delle sue sculture.



Si possono vedere altre sculture di Yuanxing Liang non mancando di guardare il video della realizzazione di una mini scacchiera su cui poter giocare a scacchi e poi riporre i pezzi nel cassettino sul suo sito Weibo.

martedì 19 giugno 2018

Perle di vetro e legno riciclato una combinazione superba di Valérie Rey


"Gelée Royale" (2017), Legno e Vetro


Dettagli di "Gelée Royale"

L'artista con sede in Costa Rica, Valérie Rey, combina segmenti di rami e parti di tronchi caduti con perle di vetro da lei prodotte per dare una nuova, luminosa vita a forme naturali trovate.


"Black Rainbow" (2017), Legno e Vetro

Le innumerevoli sfere di vetro nei colori dell'arancio, dell'oro, del verde, del rosso, del nero incrostano quasi completamente il materiale naturale combinandole in alcuni casi,


"Ovo" (2017), Legno e Vetro


Dettagli di "Ovo"

ad una sapiente spruzzata di oro all'interno del pezzo di legno amplificandone la bellezza e quindi facendo risaltare maggiormente il lavoro in vetro dell'artista, che come si legge nella sua pagina web, è "ispirato dalla natura".


"Organic Frenzy Green" (2015), Legno e Vetro


Dettagli di "Organic Frenzy Green"

Mai invasiva, segue le linee del pezzo di legno scelto. Lo valorizza e abbellisce proprio per spiegarci come un collegamento ci sia tra noi e la natura, una combinazione che porta all'evoluzione di ogni singolo essere del nostro pianeta.
Proprio come le parti di legno scartato sono ora superbi pezzi d'arte.


"Effervescence" (2016), Legno e Vetro

Si possono vedere molte altre sculture di Valérie Rey sul suo sito web e su Instagram.

sabato 16 giugno 2018

Le bolle di sapone da record di Melody Yang



Melody Yang, attrice e performer di New York City, con la sua famiglia, detiene numerosi record mondiali con le bolle.



E grazie ad una vita ricca di esperienze in questo settore, Melody Yang del Gazillion Bubbles Show, ci mostra i metodi dietro ciò che sembra pazzesco, fantastico e assurdo.



Come un mago, la ventisettenne Melody Yang tira fuori le sue bacchette e quando le luci si accendono al Gazillion Bubbles Show, diventa subito chiaro cosa sta succedendo!



Usa vapore a base di acqua che lei chiama "fumo" per creare bolle che eruttano come vulcani e altre che si lanciano nell'aria come razzi.
Porta i bambini sul palco e crea enormi bolle tubolari che possono racchiuderne cinque all'interno.



I suoi genitori, Fan e Ana, si esibiscono insieme da decenni e nel corso degli anni hanno portato in scena anche Melody e suo fratello Deni ai quali hanno insegnato tutti i trucchi e con loro sono detentori di un record: una bolla tubolare lunga 50 metri e mezzo e larga 28 centimetri!

Il video, di Wired, è uno sguardo divertente dietro le quinte, dove la sorprendente Melody Yang mostra la sua esperienza e condivide alcune storie della sua carriera come "ingegnere delle bolle".

giovedì 14 giugno 2018

La Disney presenta "Dumbo" di Tim Burton trama e trailer



Disney ha preparato un altro remake live-action di un classico animato che uscirà nelle sale cinematografiche nel 2019.
E' Dumbo, il famoso elefantino con le grandi orecchie, ma stavolta c'è il regista Tim Burton con una sceneggiatura scritta da Ehren Kruger dietro la macchina da presa, quindi ci si può attendere, senza temere di sbagliare, una storia decisamente diversa dall'originale del 1941.



Da Disney e dal regista visionario Tim Burton, la nuovissima grande avventura live-action "Dumbo" espande l'amata storia classica in cui si celebrano le differenze, l'amore della famiglia e i sogni che prendono il volo:

Il proprietario del circo Max Medici (Danny DeVito) arruola l'ex star Holt Farrier (Colin Farrell) e i suoi figli Milly (Nico Parker) e Joe (Finley Hobbins) per prendersi cura di un elefante appena nato le cui orecchie enormi lo rendono una comica attrattiva per un circo ormai in difficoltà.
Quando viene scoperta la capacità di Dumbo di volare, il circo fa un incredibile rinascita attirando l'imprenditore persuasivo V.A. Vandevere (Michael Keaton), che recluta lo strano pachiderma per la sua più nuova, grandiosa avventura di intrattenimento: Dreamland.
Dumbo sale quindi a nuove vette accanto a un'affascinante e spettacolare artista del trapezio, Colette Marchant (Eva Green), finché Holt scopre che sotto la sua lucida patina, Dreamland nasconde oscuri segreti...



Dumbo arriverà nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 29 marzo 2019.

mercoledì 13 giugno 2018

La bicicletta che lavora a maglia di George Barratt-Jones



Cyclo Knitter è una mezza bicicletta realizzata da George Barratt-Jones studente di design.



Il congegno è costituito da una semplice struttura in legno e da una mezza bici che con una breve pedalata, consente di creare una sciarpa.



Barratt-Jones ha avuto l'idea mentre aspettava il treno a Eindhoven.
Un'ottima idea per far passare il tempo mentre ci si annoia in stazione!



Nel video si vede all'opera un "pedalatore" sull'invenzione di Barratt-Jones che permette appunto di mantenersi caldi pedalando e di allontanarsi con un simpatico accessorio invernale che ovviamente si può decidere di tenersi o donarlo a qualcuno che ne ha più bisogno.

martedì 12 giugno 2018

Nuova e affascinante installazione interattiva di teamLab



Il collettivo giapponese di teamLab si è trasferito a La Villette, a Parigi, per la mostra "Oltre i limiti".



Il fascino delle installazioni di questo eccezionale gruppo giapponese è che trasportano in un mondo onirico in cui il visitatore più che uno spettatore è un attore.



E' colui che ad ogni passo o movimento, influenza i fluidi digitali trasformandoli in immagini sempre diverse e fantastiche.



Tra arte, scienza e tecnologia, tutte le loro installazioni sono viaggi incantati tra paesaggi viventi, fauna, flora e linee ingarbugliate di luce



che si evolvono proprio grazie al pubblico invitandolo nel contempo a meravigliarsi e interagire con tutto ciò che lo circonda.



Avevamo già conosciuto il teamLab grazie alla loro esposizione per il Japan Pavilion Expo Milano 2015.
Un'esperienza singolare e bellissima passeggiare in mezzo a campi di riso nell'installazione intitolata "Harmony"!

sabato 9 giugno 2018

Il giardino sul piccolo camion l'innovativo Kei Truck Garden Contest giapponese



Il Kei Truck, o kei-tora, è un piccolo ma pratico veicolo che ha avuto origine in Giappone. Sebbene sia già ampiamente utilizzato in tutta l'Asia e in altre parti del mondo, in Giappone è spesso usato sia nell'edilizia che nelle industrie agricole per la sua decisamente pratica manovrabilità.



In una svolta più recente degli eventi, questi utili camioncini sono usati anche come espositori nei concorsi di giardinaggio come il Kei Truck Garden Contest, un evento annuale sponsorizzato dalla Japan Federation of Landscape Contractors.



Numerosi appaltatori paesaggisti, provenienti da tutto il Giappone, partecipano arrivando sul posto con i loro mini camion e passando diverse ore a trasformare il pianale di carico in un vario, lussureggiante e fantastico giardino.



Così i kei-tora oltre ad essere pratici veicoli diventano un mezzo per i giardinieri di sbizzarrirsi nelle loro creazioni includendo, tra ruscelletti e verdissimo muschio, piante, fiori, panchine, acquari, elementi d'arredo, pesciolini rossi, angoli discreti dove sorseggiare un aperitivo o bere un caffè e persino l'illuminazione nei loro progetti.



I giudici poi classificano le opere in base a pianificazione, espressione, design, esecuzione e ambiente.



Si possono vedere altri progetti di questo metodo innovativo di associare un mezzo di lavoro con l'eleganza e la pace di un giardino naturale sul sito web della filiale di Osaka, così come nel PDF della filiale Hanshin.