domenica 18 agosto 2019

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

Andrea De Santis è nato a Brescia e si è diplomato in arti grafiche ad Ascoli Piceno. Già da piccolo amava disegnare e questa passione, col passare degli anni, è diventata il suo mestiere.

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

Oggi infatti è un illustratore concettuale degno di nota, che vanta clienti in tutte le parti del mondo, mentre

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

all'inizio della carriera lavorava come graphic designer in aziende di vari settori, ma la sua grande passione, per fortuna per lui ovviamente, ma anche per noi, ha avuto la meglio.

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

Questi sono alcuni dei suoi ultimi lavori; le illustrazioni rappresentano dei personaggi, o meglio persone in miniatura, che interagiscono su grandi oggetti di uso comune come libri, valigie, bilance, piatti di spaghetti, computer e altro

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

per esplorare e viaggiare alla scoperta del mondo.
Delicate immagini che ci ispirano, e quasi ci incitano, a immaginare nuove mete, luoghi da trovare immersi nei nostri sogni che forse diventeranno reali.

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

E De Santis, spiega: "Le mie illustrazioni appartengono all'arte concettuale o surrealista e il mio stile è principalmente minimale e narrativo. Uso contrasti cromatici e atmosfere rarefatte per comporre scene oniriche. Cerco sempre di dare una visione positiva e giocosa".

Persone in miniatura che vogliono scoprire il mondo di Andrea De Santis

Si possono vedere molte altre illustrazioni e quindi apprezzare maggiormente questo valido illustratore e concettuale e graphic designer, sul suo sito web.

domenica 11 agosto 2019

Centrotavola di Ferragosto 2019

Centrotavola di Ferragosto 2019 realizzato da TulipanoRosa

Proprio qualche giorno fa ero in spiaggia... mare calmo, cielo azzurro, sole splendente e mentre mi beavo di quella pace mi è venuto da pensare al Centrotavola di Ferragosto.
Riprodurre il blu intenso del mare e il calore del sole non sembrava attuabile, ma poi mi sono ricordata che a casa forse avevo qualcosa che poteva fare al mio caso.
Così con una vecchia cornice a forma di sole, alcune conchiglie e un po' di stoffa blu l'ho preparato e ora vi spiego come ho fatto.

Occorrente

Sole di legno dorato diametro esterno cm. 24 - diametro interno cm. 12
Seta blu taglio quadrato di cm. 34
Conchiglie piccole 3
Conchiglia mignon
Colla per tessuti

Esecuzione

La cosa importante è usare un po' di pazienza per modellare la stoffa. Fissandola con poche gocce di colla per tessuti lungo il bordo interno del foro centrale del sole, è stato essenziale lasciarla morbida per poter creare molte onde; il gioco di luci, che poi la illumineranno daranno un bell'effetto chiaro-scuro.
Quando la seta è rimasta fissata completamente, ho preso le conchiglie e con la colla per tessuti, le ho posizionate sui raggi del sole.
Come probabilmente saprete già, la colla per tessuti ha il vantaggio d'essere tolta facilmente quando si vuole riutilizzare lo stesso oggetto.
Terminato il lavoro ho guardato il Centrotavola soddisfatta d'aver imprigionato il bel mare ligure in un sole caldo e splendente... e sembra che anche le conchiglie siano compiaciute di trovarsi proprio lì.

Ho atteso che Tiziano, l'amico fotografo, che appunto fotografasse il mio lavoro e come sempre ha fatto un vero capolavoro! Quindi mille grazie a lui e a tutti un piacevole Ferragosto!

Ricordo inoltre, se vi interessa, che potete trovare altri spunti per realizzare dei Centrotavola visitando la galleria fotografica "I Centrotavola di TulipanoRosa", sono ovviamente realizzati tutti da me per molteplici festività.

venerdì 9 agosto 2019

Origami conduttivi uniscono la stampa 3D ai tessuti per creare lampade pieghevoli di Yael Akirav



Yael Akirav è una designer industriale israeliana, che utilizza la stampa 3D direttamente sui tessuti per creare delle lampade davvero originali.
Il progetto si chiama "Conduttive Origami".



Quando il materiale stampato conduce l'elettricità, i punti tangenti creati dalla sapiente piegatura dei tessuti con la tecnica origami, si illuminano o si spengono semplicemente allungando o accorciando la struttura.



Infatti il movimento espansivo allunga il filamento conduttivo e funziona anche quasi come un dimmer. Una trazione lenta accende gradualmente la luce, quindi la spegne quando viene compressa nella sua posizione originale.



Nel video la giovane designer mostra come funzionano le sue creazioni.



Si possono vedere gli altri design tessili creati con elementi conduttivi e stampati in 3D sul sito di Yael Akirav e sulla sua pagina Instagram.

lunedì 5 agosto 2019

TERA affascinante progetto di habitat "ispirato" dalla NASA di AI SpaceFactory

TERA affascinante progetto di habitat

Il team AI SpaceFactory ha vinto mezzo milione di dollari per il suo prototipo di habitat su Marte, progetto indetto dalla NASA.
Ora, il team utilizzando le ricerche, gli apprendimenti e le tecnologie sviluppate per la loro proposta vincente, ha costruito un habitat terrestre o se volete una casa, usando gli stessi concetti.

TERA affascinante progetto di habitat

TERA è la risposta al massiccio spreco di materiali del settore edile e rende concreto il concetto di un nuovo tipo di edificio: durevole e doppiamente più robusto del calcestruzzo, ma riciclabile e compostabile.

TERA affascinante progetto di habitat

TERA è costruita con un composito di basalto biopolimero, cioè un materiale sviluppato da colture come mais e canna da zucchero e testato e validato dalla NASA per essere almeno il 50% più forte e più resistente del calcestruzzo.
Questo materiale ha il potenziale per essere più sostenibile rispetto al cemento e all'acciaio utilizzati tradizionalmente nell'edilizia ed il vantaggio, in un prossimo futuro, di poter eliminare il massiccio spreco di materiali non riciclabili di questo settore.

TERA affascinante progetto di habitat

Questo è solo un prototipo, sarà disponibile e utilizzato anche come laboratorio per sviluppare il concetto:
TERA è in effetti un laboratorio vivente dove verranno utilizzati feedback e dati operativi per migliorare i progetti futuri di habitat terrestri e spaziali.
Ogni nuovo TERA sarà quindi la replica ed il proseguimento degli studi sul precedente sinché non sarà raggiunto un habitat strutturato e altamente autonomo per l'uso umano.

TERA affascinante progetto di habitat

Per maggiori informazioni e dettagli tecnici di questo interessante progetto cliccate qui.

sabato 27 luglio 2019

"OPENING LINES" i murales che connettono l'Iraq al Maine di Pat Perry



L'artista con sede a Detroit, Pat Perry, che abbiamo già avuto modo di conoscere, viaggia in diverse parti del mondo per creare disegni, dipinti e murales ispirati alle diverse culture e paesaggi, spesso con un occhio rivolto a persone e luoghi dimenticati o emarginati.



In collaborazione con la aptART e la Good Works Foundation, Perry ha dato origine ad un nuovo progetto di collaborazione che ha unito una cittadina del Maine e una dell'Iraq aiutato dagli scolari locali.



Gli alunni delle due classi di quinta elementare, situate a oltre 5.600 miglia di distanza fra loro: Biddeford e Slemani, si sono così conosciuti scambiandosi video e opere d'arte, quindi hanno aiutato Perry a dipingere i propri messaggi sui nuovi murales.

Il progetto ha come titolo OPENING LINES, ogni murale raffigura un bambino con in mano un telefono rosso e poiché sono ritratti di spalle, lasciano all'immaginazione dello spettatore stabilire se stanno parlando o ascoltando il loro interlocutore.



Intorno a ogni figura scarabocchi e messaggi scritti in inglese e in arabo dai giovani collaboratori di Perry , rendono appieno il mondo dei bambini, ma con quel semplice telefono rosso possono trasmettere un messaggio ben più ampio e significativo come spiega Samantha Robison di aptART: "...La parte più integrale dell'uguaglianza è fornire piattaforme per far parlare, creare, ascoltare le persone".



Il video offre uno sguardo dietro le quinte di OPENING LINES.



Si può esplorare più del vasto lavoro umanistico di Perry, comprese le stampe in edizione limitata, sul suo sito Web e sulla sua pagina Instagram.
Inoltre è possibile seguire la programmazione giovanile di aptART su Instagram.

martedì 23 luglio 2019

Zaini con le ali dello KrukruStudio



Il potere degli accessori è diventato un must per gli stilisti e creativi che sfornano idee su idee per regalarci sempre nuove emozioni.



Non sono da meno Lyuba e Max dello KrukruStudio di Mosca, con i loro zaini "Wings", d'altra parte il nome non poteva essere più azzeccato!



Ognuno di questi zaini ha, su un lato, una sorprendente riproduzione di ali; e qui c'è da chiedersi se di uccelli o di angeli,



in ogni caso è realizzato con grande cura proprio per garantire un prodotto di alta qualità.



La serie di zaini "Wings" è disponibile in una gamma di colori monocromatici come nero, bianco, rosso, viola e rosa,



ma anche accattivanti tinte metallizzate e persino una incantevole variante arcobaleno.
Inoltre ci sono versioni con base nera e "ali" di colore contrastante.



Lo zaino è interamente foderato, ha una comoda chiusura con cerniera e presenta una tasca interna ed una esterna piuttosto capiente.



Lyuba e Max hanno iniziato a far fruttare la loro creatività cinque anni fa utilizzando il feltro di lana, poi sono passati alla pelle, sono diventati eccellenti nel loro lavoro ed ora hanno allargato il loro team aprendo anche un negozio su Etsy.



Naturalmente prima di arrivare agli zaini "Wings", Lyuba e Max hanno creato tanti altri accessori come gli zaini a forma di cactus, le borse che riproducono le copertine di libri, golosi vasetti di marmellata, a forma di chitarra, animali, vegetali e tanti altri.
Quindi, se volete ammirare la bravura e la genialità dello KrukruStudio potete visitare il loro sito web e se vi viene la voglia di possedere un paio d'ali da sfoggiare, visitate il loro negozio e volteggiate felici!

domenica 14 luglio 2019

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann



La designer tedesca Britta Boeckmann, di BoldB, crea gioielli che catturano la bellezza dei paesaggi delle meravigliose coste australiane.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

Realizzati interamente a mano, usando vera sabbia marina, resina blu oltremare e pigmenti metallici, ogni pezzo della Collezione Aqua si presenta come una minuscola spiaggia indossabile da portare con sé ovunque si vada.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

La creatività per la Boeckmann è iniziata da bambina. Suo padre possedeva un negozio di ferramenta, nel quale l'artista aveva accesso a numerosi strumenti e materiali. E proprio allora iniziò ad esplorare le sue idee e la sua passione si trasformò presto in una carriera di Industrial Design.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

Dopo aver completato uno stage presso un'azienda britannica di gioielli, rimase affascinata dalle numerose possibilità degli accessori da indossare e questo rafforzò e indirizzò la sua passione.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

Boeckmann si trasferì in Australia nel 2014, dove iniziò ad avvicinarsi ai lavori con il legno in un gruppo locale di falegnameria.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

Grazie a questa esperienza apprese varie tecniche per creare i suoi gioielli, ispirati alla natura, iniziando a combinare resina colorata e frammenti di legno.

Gioielli di sabbia marina e resina ispirati dalla natura australiana di Britta Boeckmann

Si può, per trovare altre creazioni di Britta Boeckmann, dare un'occhiata sulle pagine Facebook, Instagram, Pinterest e nel suo negozio Etsy dove, volendo, si può fare un acquisto, sapendo che ogni pezzo della Collezione Aqua contribuisce a fornire un anno di acqua sicura a una persona bisognosa, attraverso il supporto di Water.org, un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro.