martedì 2 marzo 2021

Superbi animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta di Calvin Nicholls

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Calvin Nicholls è un artista canadese che realizza meticolosamente creature piumate e pelose composte da piccoli pezzi di carta bianca.

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Se visti da vicino i suoi animali, con la consistenza delle loro pellicce o piume, sono così vividi che sembra possano saltare, volare o balzare fuori dalla tela.

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

L'artista esamina e scolpisce, senza soluzione di continuità, ogni dettaglio del corpo di un animale, dalla differenza nella consistenza del pennacchio delle colombe, ai muscoli tesi di una giraffa, allo sguardo inebriante di una tigre che insegue la sua preda.

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Ogni lavoro è realizzato con carta di cotone d'archivio che impedisce l'ingiallimento e lo sbiadimento. Nicholls utilizza minuscole quantità di colla per fissare i singoli pezzi, impiegando coltelli e strumenti di testurizzazione per scolpire con precisione ogni parte delicata.

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Per quanto riguarda il tempo che occorre per la realizzazione delle sue meraviglie, Nicholls, spiega: "Le sculture più grandi che ho realizzato richiedono diverse centinaia di ore, mentre i pezzi più modesti mi tengono impegnato per due o più settimane. Anche la familiarità con l'argomento è un fattore importante. Il mio amore per gli uccelli spesso mi spinge a fare i pezzi molto più velocemente e con più enfasi di quando scolpisco la muscolatura e la struttura".

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Il fascino di Nicholls per la carta deriva dalle lezioni di graphic design che seguì al college oltre alle collaborazioni successive con un collega.
Queste esperienze hanno ulteriormente rafforzato il suo interesse per la sperimentazione con vari materiali e carte con le quali aveva acquisito familiarità attraverso il commercio di grafica.

Animali con ricche pellicce e piume realizzati con innumerevoli pezzetti di carta

Si possono ammirare altri capolavori monocromatici di Nicholls sulle sue pagine Behance e Instagram, inoltre è possibile visitare il suo negozio dove sono a disposizione originali e stampe.

sabato 27 febbraio 2021

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Barbara Cole, grande fotografa di Toronto, Canada, durante il periodo più blindato a causa del Covid-19, non potendo lavorare su soggetti umani con cui preferisce lavorare, si è dedicata a scattare foto alle piante ed in particolare ai fiori che la circondavano.

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Nel suo ultimo progetto "Appearances", la fotografa sublima la bellezza dei fiori immortalati creando un movimento sfocato. Attraverso la sua tecnica e il lavoro di post-produzione, l'artista è riuscita così a infondere nei suoi quadri l'estetica classica della pittura a olio.

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Sul suo blog si legge - Barbara Cole usa la fotografia per giocare con le nozioni di tempo, luogo e identità. In tutte le sue numerose serie, Cole spesso pone le domande su come dipingere un quadro di atemporalità? Come catturare la sensazione di essere senza peso in un'immagine? Questo approccio fa riferimento al passato e annuisce al futuro. La sua fotografia eterea assume una quintessenza pittorica con la trasformazione della figura come tema predominante nel suo lavoro - .

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

E ancora - Il suo posto preferito è la camera oscura, dove crea immagini Tintype utilizzando la tecnica del "Wet Collodion" che era di uso comune più di 150 anni fa. La bellezza ultraterrena è il risultato della fusione del passato - tecnica tintype - e del presente - tecnologia digitale - in due immagini fisicamente separate ma sovrapposte: una danza tridimensionale di luci e ombre - .

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Le opere di Barbara Cole sono ampiamente raccolte da istituzioni pubbliche e private ed è stata esposta in tutto il mondo in luoghi come le ambasciate canadesi a Washington, DC e Tokyo, Giappone.
Nel corso della sua carriera, ha lavorato a livello internazionale su progetti commerciali e commissioni artistiche su larga scala, comprese le installazioni per il Breast Cancer Center del Princess Margaret Hospital di Toronto.

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Cole ha vinto premi prestigiosi come il Grand Prix al Festival International de le Protographie de Mode di Cannes, in Francia.
Nel 2012 l'acclamata serie di documentari Snapshot: The Art of Photography II, presenta un episodio dedicato esclusivamente alla pratica fotografica della Cole.
Attualmente è nel comitato consultivo del dipartimento di fotografia del Seneca College di Toronto.

Fotografie di fiori che sembrano quadri classici ad olio di Barbara Cole

Negli ultimi trent'anni, sebbene con strumenti fotografici tradizionali, il processo e l'estetica della Cole hanno assunto quelli di un pittore. E anche se in gran parte delle sue opere, ha coinvolto un ambiente acquatico creando mirabili capolavori, a mio modesto parere, le immagini di questi fiori così tramutati in delicati quadri, sono un ulteriore modo per apprezzare la sua grande maestria.

sabato 20 febbraio 2021

Fuochi e busti di donna composti da pastelli a cera per sfidare la crisi climatica di Herb Williams

"First Fire"

Herb Williams, artista di Nashville, affronta alcuni dei problemi più urgenti del nostro tempo: incendi incontrollabili, uragani e un'imminente mancanza di risorse naturali, per citarne alcuni, attraverso un mezzo insolitamente giocoso.

Crea sculture e busti colorati formati da innumerevoli pastelli a cera. Le opere, così strutturate, mostrano simultaneamente l'onnipresente strumento dell'infanzia mentre affronta gli effetti in corso della crisi climatica.

Simili alle fiamme enormi che creaò in risposta agli incendi in Texas quasi un decennio fa, i nuovi pezzi di Williams, come il fuoco da campo circondato da pietre di fiume sopra, sono basati sull'esperienza collettiva.

"Venus of Wildfires"

E l'artista scrive: "Le catastrofi epiche, i disastri e la pandemia sono praticamente impossibili da affrontare da adulti, quindi sto cercando di creare opere che aiuteranno i bambini a capire e alla fine ad affrontare, si spera risolvendo i problemi, ciò che un giorno non saremo in grado di fare. Sto esplorando i miti a cui ci aggrappiamo: confortare, negare o gestire la nostra strada senza perdere la nostra umanità collettiva".

"Venus of Glacial Melt"

"First Fire" si abbina a Three Graces of Climate Change, un trio di sculture figurative che reinterpretano la "Venere di Milo" attraverso incendi, scioglimento glaciale e deforestazione. In un pezzo, fiammate luminose esplodono dalla spalla e dall'anca della sua Venere, mentre in un altro, la figura è tagliata in due per rivelare anelli dell'età simili a quelli di un albero.

"Venus of Deforestation"

Herb Williams attualmente sta lavorando a sei sculture che saranno esposte all'aeroporto internazionale di Atlanta.
L'artista è anche il curatore della Rymer Gallery di Nashville, dove si può trovare una collezione più ampia delle sue opere.

giovedì 18 febbraio 2021

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Evolution of Plants

Song Kang, illustratrice con sede ad Atlanta, disegna ricchi labirinti popolati da elementi della terra e del mare rappresentandoli in modo ultraterreno.

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Sinistra: "Greenhouse"; Destra: "Fall Leaves"

Carichi di consistenza e profondità, i disegni a inchiostro dell'artista iniziano con "Mi chiedo ... mi chiedo come sarà questo rispetto a quello, o mi chiedo se posso mescolare questo a quello".

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Butterfly Fish

Ogni illustrazione è intrisa di idee di evoluzione e di connessione insite nella natura, temi che si presentano sia nell'argomento che nel processo di Kang. Spesso spinta da un'idea vaga, inizia con uno schizzo e lavora in modo organico, disegnando i dettagli intricati e minuti da un angolo all'altro del foglio.

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Bonsai Drip

Gocce di inchiostro color caramello scendono da un bonsai, pesci e farfalle coesistono nello stesso denso ecosistema e un labirinto di lucertole in stile M.C. Escher, possono estendersi per tutto il foglio.

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Escher's Lizards

Il processo lavorativo della Kang è intuitivo, infatti spiega: "In un momento, mi sento come se stessi costruendo un ambiente distinto, un ciottolo tratteggiato alla volta. Un attimo dopo, non ho idee, ho solo un impulso e una sensazione viscerale per aggiungere qualcosa da qualche parte".

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Henry’s Garden

E prosegue: "Una di queste decisioni spontanee è stata la scelta di aggiungere colore. Usavo sempre l'inchiostro nero evitando i colori vivaci per abitudine e incertezza. Durante la quarantena, ho trovato diverse penne con inchiostro colorato e ho voluto provare come il colore avrebbe reso nel mio stile tratteggiato a trama fine e spessa".

Ecosistemi ultraterreni popolano fitte e tratteggiate illustrazioni di Song Kang
Swamp Thing

Il lavoro di Kang fa parte attualmente di Wow x Wow's Mindweave, una mostra collettiva virtuale che si svolgerà fino al 26 febbraio.
Nel suo negozio sono disponibili originali, stampe e piccoli oggetti, ma per apprezzare il suo meticoloso processo artistico è possibile vedere questo recente tutorial di Art Prof, inoltre potete andare sulla sua pagina Instagram per ammirare molti altri suoi lavori.

sabato 13 febbraio 2021

Centrotavola di San Valentino 2021

Centrotavola di San Valentino 2021 realizzato da TulipanoRosa

Tempo fa avevo acquistato una coroncina composta da rose di legno. Il colore col tempo, stava sbiadendo e onestamente non era proprio un bel vedere! Così ho deciso di smontarla e con molta cautela ho iniziato il lavoro. Alcune si sono rovinate perchè la colla con cui sono state attaccate alla coroncina è molto resistente ed essendo formate da un bastoncino centrale a cui sono state incollate una serie di volute di trucioli di legno per formarne i petali, sono risultate piuttosto delicate. Altre, per fortuna, sono rimaste integre e quindi le ho riposte in una scatola e le ho dimenticate.
Quando, l'altro giorno, ho iniziato a pensare al Centrotavola di San Valentino, mi è capitata tra le mani la scatola delle rose e così ho deciso di usarle. Ora vi racconto come ho fatto.

Occorrente

Piatto rosso di vetro a forma di cuore
Rose rosse di legno 18
Oasis
Cartoncino
Matita
Forbici
Colla a caldo

Esecuzione

Con un po' di pazienza ho ritoccato alcuni punti delle rose che avevano perso il colore con uno smalto per unghie rosso opaco. Mentre asciugava, ho preso il cartoncino e posandolo sul piatto, ho disegnato un cuore più piccolo così da lasciare un bordo di circa cm. 5 di piatto a vista. L'ho ritagliato, l'ho messo sull'oasis e seguendo il cartoncino, ho ritagliato anche questo.
Ho quindi iniziato a inserire le rose nell'oasis grazie al loro bastoncino centrale facendo attenzione a tenere per la parte centrale le più grandi e belle per dare "spessore" al cuore.
Ho distribuito alcune gocce di colla a caldo nel centro del piatto e vi ho appoggiato il cuore di rose premendo leggermente. Il Centrotavola di San Valentino è finito e rimane ancora un po' di tempo per decidere quelle deliziose minuterie che fanno da contorno alla gradevole attesa del 14 febbraio!
Non mi resta che augurare a voi tutti un piacevolissimo San Valentino - facendo attenzione in questo periodo ancora pericoloso - e naturalmente ringraziare di cuore Tiziano, che ha reso anche questa volta, il mio Centrotavola davvero super con questo impareggiabile scatto!
Vi ricordo inoltre, che cliccando su Album Fotografico troverete tutti i Centrotavola realizzati da me per le varie ricorrenze, ma potete comodamente rivederli tutti, sulle mie pagine Instagram e Pinterest.

mercoledì 10 febbraio 2021

Ceramica a nido d'ape per combinare l'amore per le api e il blu dell'oceano di Amy Gentry

Amy Gentry, vasaia autodidatta con sede in Virginia, ha iniziato a sviluppare la sua arte nel 1989, quando acquisì un'attività di casting per sbarcare il lunario mentre perseguiva contemporaneamente una carriera equestre.

Alla fine, la ceramica conquistò completamente il suo interesse e divenne la sua principale ricerca e fonte di reddito e nelle stesse parole dell'artista, "avevo scoperto la mia vocazione".

La linea di lavoro più recente di Gentry, "Bee to Sea collection", combina splendidi blu luminosi e ori cupi con trame impresse a nido d'ape.

Il risultato, adorabile e stravagante, è una serie unica di ceramiche funzionali, che evidenzia l'amore dell'artista per la bellezza della natura e dei luoghi che lei chiama casa.

A questo proposito, Gentry spiega: "Bee to Sea collection" è nata dalla collisione di due luoghi in cui ho vissuto e gestito il mio studio. Mentre attualmente risiedo nella campagna di Charlottesville, in Virginia, ho chiamato gli Outer Banks nella Carolina del Nord la mia casa per molti anni.

E prosegue: "Il mio amore per le trame e i colori di entrambi i luoghi ha creato l'idea di combinare il blu sconfinato dell'oceano con le tonalità calde della campagna come un modo, attraverso il mio lavoro, per invitare gli altri nei due luoghi che più amo".

Le ceramiche a nido d'ape "divertenti e funzionali" dell'artista sono attualmente disponibili per l'acquisto su Etsy,

ma se vi sentite incuriositi dal lavoro di Amy Gentry, potete visitare la sua pagina Facebook e ammirare molte altre sue creazioni.

venerdì 5 febbraio 2021

La flora e la fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

Flora e fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

Mlle Hipolyte, che abbiamo avuto già modo di conoscere con altri artisti, l'8 giugno scorso per la Giornata Mondiale degli Oceani o World Oceans Day, dal suo studio di Lione, continua a incidere, increspare e tagliare fogli di carta facendoli diventare interpretazioni scultoree di specie in via di estinzione.

Flora e fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

Prima di iniziare un lavoro, l'artista intraprende un rigoroso processo di ricerca paragonabile a quello di un botanico o di uno zoologo occupandosi principalmente degli effetti della crisi climatica su piante e animali.

Flora e fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

Questo approccio realistico basa la sua pratica sia sulla conservazione che sulla celebrazione poiché trasmette la complessità e la bellezza naturale delle barriere coralline, di fiori e di uccelli

Flora e fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

attraverso opere che variano in scala, a volte occupando intere pareti, mentre altre inglobate in minuscoli tubi di vetro.

Flora e fauna in via di estinzione riprodotte con la carta di Mlle Hipolyte

Mlle Hipolyte spiega che la sua prossima impresa sarà una grande foresta ispirata ai disegni botanici di Francis Hallé.
Il progetto è in corso, quindi è possibile seguirlo sulla sua pagina Instagram.
Inoltre si può visitare il negozio di Mlle Hipolyte e apprezzare ulteriori opere di questa artista che ci aiuta, col suo lavoro, a riflettere e magare migliorare il nostro modo di vivere e conseguentemente la vita dell'intero pianeta.