lunedì 22 ottobre 2018

Hubble ci invia le luci fatate dell'ammasso globulare NGC 1898



Questa spettacolare immagine di un insieme di stelle brillantissime è stata presa da Hubble, il telescopio spaziale lanciato in orbita terrestre bassa nel 1990 e ovviamente, attualmente operativo.

Si tratta dell'ammasso globulare NGC 1898, che si trova verso il centro della Grande Nube di Magellano, uno dei nostri vicini cosmici più vicini.
La Grande Nube di Magellano è una galassia nana che ospita una popolazione estremamente ricca di ammassi stellari, rendendola un laboratorio ideale per indagare sulla formazione stellare.

Scoperto nel novembre 1834 dall'astronomo britannico John Herschel, NGC 1898, è stato esaminato più volte dal telescopio spaziale Hubble della NASA / ESA.
Oggi sappiamo che gli ammassi globulari sono alcuni dei più antichi oggetti conosciuti nell'universo e che sono reliquie delle prime epoche della formazione delle galassie. Mentre abbiamo già una buona immagine sugli ammassi globulari della Via Lattea, ancora con molte domande senza risposta, i nostri studi sugli ammassi globulari nelle galassie nane vicine sono appena iniziati.
Le osservazioni di NGC 1898 aiuteranno a determinare se le loro proprietà sono simili a quelle che si trovano nella Via Lattea, o se hanno caratteristiche diverse, a causa di un diverso ambiente cosmico.

Questa immagine è stata presa da Advanced Camera for Surveys (ACS) di Hubble e Wide Field Camera 3 (WFC3) e cliccando qui potete "visitarla" in ogni anfratto.



Hubble Space Telescope (HST) -il suo nome per esteso- è uno dei più grandi e versatili, ed è ben conosciuto come strumento di ricerca di estrema importanza grazie ad uno specchio di 2,4 metri di diametro, i suoi 5 strumenti principali che osservano nel vicino ultravioletto, nel visibile e nel vicino infrarosso. L'orbita esterna del telescopio, al di fuori dalla distorsione dell'atmosfera terrestre, gli permette quindi di ottenere immagini a risoluzione estremamente elevata, con un disturbo contestuale sostanzialmente inferiore rispetto a quello che affligge i telescopi a Terra.

Se vi interessa potete rimanere aggiornati sulle immagini che il telescopio ci invia consultando Hubblesite.

venerdì 19 ottobre 2018

Crostate geometriche la passione continua di Lauren Ko



Quando abbiamo conosciuto Lauren Ko di Seattle, Stato di Washington, USA, siamo rimasti ammirati per la bellezza delle sue crostate.



Precisione millimetrica nel tagliare striscioline di pasta frolla, frutta o cioccolato che poi utilizza per guarnisce le superbe crostate di sua produzione



e che hanno dato un impulso alla sua pagina Instagram, un tale successo al quale neppure lei credeva, contando ben 68 mila follower, ma dopo neppure un anno sono decisamente lievitati, arrivando a 216 mila!



Non poteva essere che così, dato che Lauren ha continuato a sfornare quelli che definisce "felici incidenti"



e dei quali ho raccolto solo alcune immagini proprio per farvi, ancora una volta, rimanere piacevolmente ammirati dalla sua bravura



e dandovi quindi una ulteriore possibilità di provare a ricreare queste spettacolari crostate usandoli come esempi.



Però se non siete pronti a preparare dolci così sublimi, potete accontentarvi di guardare molte altre crostate sulla pagina Instagram di questa grande pasticcera e forse chiedere a qualcuno di prepararvene una!

domenica 14 ottobre 2018

"PLI.É" quando Origami danza e fotografia si incontrano di Melika Dez e Miss Cloudy



La fotografa Melika Dez di Montreal ha recentemente rilasciato una nuova serie intitolata "PLI.É".



Melika Dez è specializzata nella fotografia del movimento, in particolare nella danza e nelle arti circensi. Infatti è principalmente rinomata per il suo lavoro con ballerini di tutto il mondo e per i ritratti della squadra di football della Montreal Alouettes CFL.



"PLI.É", il suo nuovo progetto multidisciplinare combina fotografia, carta e danza con un risultato sorprendente di eleganza e bellezza.



I ballerini sono stati tutti vestiti o accessoriati dall'artista Miss Cloudy, la co-regista di questo progetto su larga scala,



che ha già conquistato alcune delle più belle città del mondo quali Montreal, Roma, Parigi e New York.



E' interessante sapere che Miss Cloudy prepara, per gli amanti dell'Origami, una serie di video: Fold 'N' Paper.



La grazia dei movimenti dei corpi e le elaborate pieghe della carta si amalgamano con infinita poesia.



L'accostamento dei colori della carta studiati ad hoc rendono ancora più suggestive le movenze dei ballerini e i luoghi scelti per le foto.



Melika Dez e Miss Cloudy spiegano: "Abbiamo scelto il nome "PLI.É" perché in una sola parola riuniamo carta e danza dato che Origami è l'arte di piegare la carta e piegata è anche un movimento corrispondente al repertorio del balletto".



Una unione inaspettata di discipline artistiche che riesce ad immortalare sia le creazioni di origami, il talento per i modelli e l'eccellente bravura espressa negli scatti.

sabato 13 ottobre 2018

I nuovi mondi in miniatura di Tatsuya Tanaka



Un altro anno, altri 365 giorni di gloria e deliziose miniature. Tatsuya Tanaka, che abbiamo già conosciuto circa un anno fa, continua a creare meravigliosi paesaggi in miniatura.



Come sappiamo ogni giorno, negli ultimi sette anni, il prolifico artista giapponese ha condiviso immagini uniche di scene fantasiose usando la semplice combinazione di oggetti quotidiani e minuscoli modelli di esseri umani.



Tanto per fare due conti, con la sua immaginazione sconfinata, ha creato oltre 2.500 paesaggi!



Tanaka pubblica periodicamente libri, calendari e raccolte di cartoline delle sue fotografie preferite, che elenca sul suo sito web.



Se vi piace potete unirvi ai fan di Tanaka, che sono più di un milione, su Instagram e Facebook.



Se invece state per partire per il Giappone, quando arriverete, non scordate di dare un'occhiata al suo spettacolo a Nagoya che durerà sino al 25 novembre 2018.

mercoledì 10 ottobre 2018

Lattine in alluminio trasformate in opere d'arte di Noah Deledda



Di solito cosa ne fate delle lattine vuote? Le riciclate come alluminio? Ottimo!
Però se voleste provare un altro sistema per riutilizzarle, Noah Deledda ve ne suggerisce uno davvero super!



Usando solo le mani, in particolare i pollici, Noah crea delle opere d'arte che vale la pena mettere in mostra...



... e apprezzarne gli incavi, le pieghe e i motivi geometrici che riesce ad ottenere.



Come si può vedere semplici lattine, nelle sue mani è proprio il caso di dirlo, diventano fantastiche sculture tridimensionali.



Potete vedere molte altre lattine scolpite di Noah Deledda oltre che sul suo sito anche su Instagram.

domenica 7 ottobre 2018

Fiori di vetro freschi e appassiti di Lilla Tabasso



L'italiana artista del vetro Lilla Tabasso, cattura la vitalità dei fiori nelle sue delicate e realistiche sculture botaniche.



Nonostante le creazioni di fiori di vetro della Tabasso hanno il vantaggio decorativo di non appassire mai, l'artista comunque descrive l'intero ciclo della vita dei fiori includendo anche quelli appassiti nelle sue composizioni.



Spesso l'artista include la parola "Vanitas" proprio nei titoli delle sue sculture che mostrano fiori decadenti, è un riferimento al genere di pittura olandese di nature morte del XVII secolo, la quale rappresenta la transitorietà e la morte attraverso oggetti simbolici.



Le opere d'arte scientificamente corrette della Tabasso hanno radici nel suo passato di biologa, difatti è facile ammirare la bellezza dei suoi lavori, ma contemporaneamente, apprezzare i particolari perfetti dei petali, delle foglie e addirittura delle minuscole spine che esaltano le sue eccellenti capacità.



Oltre a questi splendidi lavori la Tabasso realizza anche gioielli e piccole installazioni, creando anche lavori tipo quelli per Design Miami Basel e Vogue Italia.



L'artista è rappresentata dalla Galleria d'Arte Caterina Tognon di Venezia, in Italia.



Si possono vedere molte altre opere di questa eccellente artista su Instagram.

venerdì 5 ottobre 2018

"The Spaceship Series" i letti per gatti ispirati ai veicoli spaziali di MyZoostudio



I gatti trovano sempre un posto dove dormire, non importa dove se il ramo di un albero, una scatola, o in grembo a qualcuno.



Però se la maggior parte di loro preferisse un bel giaciglio accogliente?



La società di design MyZoostudio, pensando a questo, ha lanciato una linea innovativa di letti per gatti che non assomigliano a quelli finora visti in commercio, anzi in questa galassia!
Infatti la linea di letti per gatti si chiama: "The Spaceship Series".



Ispirati dai classici veicoli spaziali, i progettisti della MyZoostudio hanno realizzato tre modelli di letto, che non solo rendono il gatto un piccolo astronauta, ma sono l'unione di cura per il loro comfort a 360°.



Il modello Alpha è progettato per essere appoggiato sul pavimento,



mentre il Beta e il Gamma consentono al micio domestico di riposare nello "spazio".





Ogni "letto" è realizzato in legno con una o due finestre a bolla che permettono alla bestiola e al suo proprietario di non perdersi mai di vista.



Per il momento si conosce solo il prezzo in dollari che è di $ 97 per ogni singolo "letto".
In ogni caso ho l'impressione che ci si stia davvero favolosamente comodi! Non sembra anche a voi?

Potete vedere le molte altre "dimore" per cani e gatti sul sito di MyZoostudio e seguire le ultime novità su Instagram.