martedì 21 maggio 2019

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

Il maestro dei palloncini Masayoshi Matsumoto, che abbiamo conosciuto tempo fa, continua a stupirci con le sue incredibili creazioni di animali.

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

L'artista usa solo palloncini: colorati, gonfiati al punto giusto e poi combinati insieme in modo perfetto.
Come sappiamo si astiene dall'usare altri materiali per formare le sue creazioni.

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

É affascinante come riesca a dare la forma voluta a semplici palloncini!
Matsumoto li sceglie oltre che per il colore adeguato al modello da riprodurre, anche per la loro dimensione, infatti per imitare artigli, punte, bargigli, occhi, usa dei palloncini molto più piccoli.

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

L'artista spazia tra una vasta gamma di animali; le sagome aggraziate di uccelli e di insetti sono spesso ricorrenti nei lavori dell'artista,

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

ma si dedica anche alla flora, comprese piante di brocca o carnivore e cactus.

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

Inoltre Matsumoto riesce a creare con grande maestria molte altre creature dai mammiferi ai vermi.

Palloncini colorati e ritorti formano accattivanti animali di Masayoshi Matsumoto

Si può scoprire tanto altro, sul serraglio gonfiabile di Matsumoto, sulle sue pagine Instagram e Twitter.

sabato 18 maggio 2019

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

L'artista Diana Beltran Herrera rende omaggio da molti anni a tutti i tipi di uccelli riproducendoli meticolosamente in sculture di carta.

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

L'insieme degli uccelli è caratterizzato da forme e dimensioni perfette. Però raggiungere queste incredibili somiglianze, indipendentemente dalla razza dei volatili, è il risultato di molte ricerche.

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

E lei stessa ci spiega: "Trascorro molte ore raccogliendo immagini del soggetto in posizioni diverse, quindi mi informo per trovare le dimensioni giuste dell'uccello che voglio riprodurre".

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Anche il loro colore è un aspetto importante per l'artista, infatti passa del tempo a cercare il giusto colore e tonalità della carta. Trascorre un minimo di una settimana per trovare l'occorrente per ogni uccello. Infatti dice: "Non è solo guardare una foto e afferrare delle forbici e tagliare la carta. Faccio molta pianificazione, quindi metà del lavoro consiste nel preparare tutti i pezzi con le misure esatte".

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Una volta completata la ricerca, Herrera inizia a lavorare partendo da un'armatura che prepara usando la stessa carta di cui sarà fatto il resto della creatura.

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

E la Herrera ricorda: "Quando ho iniziato a lavorare con la carta sviluppavo elementi molto strutturati. Avevo un sacco di strisce di carta che tagliavo e incollavo per formare volume. Questo lo trovo molto flessibile perché qualsiasi forma può essere creata con la carta".

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Herrera ha costruito molte sculture, ma ha ancora molti tipi di uccelli da riprodurre.

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Infine aggiunge: "Mi piacerebbe fare degli uccelli normali come un gabbiano o un piccione. Questi sono uccelli che vedo ogni giorno e sono così minati! Trovo bellezza in loro e mi spiace che si siano abituati a vivere nel nostro ambiente artificiale".

Uccelli esotici di carta riprodotti meticolosamente di Diana Beltran Herrera

Potete ammirare la perfezione di altri uccelli di carta di Diana Beltran Herrera e molto altro sul suo sito web e nelle sue pagine Instagram e Facebook.

venerdì 17 maggio 2019

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Isabel e Alfredo Aquilizan sono due coniugi che lavorano principalmente in mezzo al cartone.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Le loro installazioni riempiono gli spazi della galleria dal pavimento al soffitto e da una parete all'altra.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Per molte delle loro installazioni gli artisti lavorano con studenti e membri della comunità per costruire in modo collaborativo le strutture di cartone, invitando i partecipanti a riflettere e canalizzare le proprie esperienze migratorie.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Le imponenti opere scultoree del duo sono composte da case in miniatura accatastate e impilate creando torri vertiginose e nel contempo paesaggi misteriosi.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Gli Aquilizan si trasferirono dalle Filippine in Australia nel 2006. Gran parte del loro lavoro è quindi incentrato sull'esperienza dei migranti, che come loro, hanno un piede in due mondi.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Una dichiarazione della galleria NuNu Fine Art di Taiwan spiega che "gli Aquilizan negoziano l'identità di fronte ai punti di mobilità ... Identificandosi con le partenze come un commovente tributo a tutti, che sono riusciti a costruire case in nuove terre e mantenere i ricordi del passaggio come fondamento di nuove abitazioni".

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Una delle installazioni di Aquilizan rimarrà sino al 19 maggio 2019 a Melbourne, in Australia, come parte di Bruised: Art Action ed Ecology in Asia presso la RMIT Gallery.

Migrazione e comunità nelle installazioni di cartone di Isabel e Alfredo Aquilizan

Si possono conoscere gli artisti in un'intervista con HAINAMANA del 2018, ed esplorare altri progetti di collaborazione con i media misti su Artsy.

martedì 14 maggio 2019

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

Kaori Kurihara, artista della ceramica, trae ispirazione da soggetti botanici come durioni, cavolfiori e banane, mantenendo però un elemento di sorpresa ultraterreno nel riprodurli.

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

L'artista infatti aggiunge dettagli come fronde articolate, screziature o increspature, lavorando in parte con l'immaginazione propria degli artisti.

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

In una dichiarazione Kaori Kurihara, racconta: "Prendo ispirazione dal mondo vegetale con particolare attenzione alle forme e alla loro ripetizione geometrica. Ogni elemento della natura sembra ripetersi, ma in effetti ne esiste una varietà infinita. Ho il profondo desiderio di rendere concreti i frutti rappresentati nella mia mente e di essere in grado di contemplarli attraverso i miei stessi occhi".

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

La Kurihara ha imparato l'arte della ceramica nel sua nazione d'origine, il Giappone, presso la SEIKA University di Kyoto, ma ha ulteriormente perfezionato la sua arte in Francia, dove ha studiato gioielleria. Tali studi le hanno insegnato anche nuove tecniche come la smaltatura, tecnica che ora l'artista utilizza per le sue sculture.

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

L'artista ha esposto ampiamente ed esporrà il suo lavoro alla Biennale Internazionale di Belle Arti e Artigianato di Parigi dal 23 al 26 maggio 2019, così come alla Fondazione Bernardaud nel giugno 2019.



Guardando il video è possibile dare un'occhiata allo studio e al lavoro della artista.

Ceramiche botaniche fantasiose di Kaori Kurihara

Inoltre visitando le sue pagine Instagram e Facebook potrete ammirare altri lavori di questa valente e giovane ceramista.

sabato 11 maggio 2019

Fiori di carta che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

JUDiTH + ROLFE, è un collettivo artistico con sede in Minnesota, che scolpisce con la carta piante e motivi floreali in forme voluttuose e di carattere.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Il loro lavoro è caratterizzato da molte specie botaniche tra cui magnolie, iris e begonie. In breve il loro è un promemoria visivo della diversità della struttura e della forma della pianta.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Ognuna delle loro forme floreali è "trapuntata" dalle delicate vene che compongono lo scheletro della pianta e i petali carnosi esplodono di colore.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Il nome commerciale della coppia JUDITH + ROLFE deriva dai loro secondi nomi; JUDITH (Daphne Lee) è l'artista mentre suo marito e partner nel lavoro, ROLFE (Jamie Sneed), gestisce l'attività e la logistica.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Lee e Sneed sono stati attratti dalla carta proprio per la sua disponibilità e trasformabilità: a seconda della luce, delle ombre e della prospettiva, le loro opere sembra cambino forma e colore.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Judith Lee, a proposito del suo lavoro, spiega: "La tecnica che uso di più può essere definita quilling poiché lavoro con strisce di carta come chi usa questa tecnica".
Il quilling è una pratica artistica risalente al XV secolo, che inizialmente fu utilizzata per decorare oggetti religiosi.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Basando la sua tecnica sull'antica tecnica, Lee dà al suo lavoro un tocco contemporaneo creando pezzi grandi e audaci di singoli fiori o piante. Nel suo processo, Lee tratta ogni striscia di carta come una propria linea dalla quale "scolpisce" le sue opere floreali.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Però a differenza della filigrana di carta, le opere in 3D della Lee fioriscono oltre la cornice, rispecchiando i fragili fiori a cui assomigliano.

Fiori di carta  che erompono con colori e temperamento di JUDiTH + ROLFE

Per vedere altre belle immagini del lavoro e conoscere ulteriori informazioni sul lavoro di JUDITH + ROLFE, visitate il loro sito web e la loro pagina Instagram.

mercoledì 8 maggio 2019

Centrotavola per la Festa della Mamma 2019

Centrotavola per la Festa della Mamma 2019 realizzato da TulipanoRosa

Se non ci avete ancora pensato tra pochi giorni sarà la Festa della Mamma quindi tra un impegno e l'altro ricordatevi di Lei!
Un dono, dei fiori, dei dolci? Beh, ognuno sa cosa gradisce la propria mamma.
Io ho già preparato il Centrotavola perché so che apprezza trascorrere la giornata in nostra compagnia e se potesse diventare un'idea in più anche per voi sarebbe perfetto.
Perciò ora vi spiego come l'ho realizzato.

Occorrente

Cuore di porcellana bianca alto cm.10 - largo cm.10
Cuore di vetro alto cm.4 - largo cm.4
Cupola in vetro alta cm.22 - diametro cm.12
Piattino di opaline rotondo diametro cm.14
Rose bianche screziate di verde 3
Fiori di pesco rosa rametti 2
Acacia bianca rametti 4
Nastro rosa di gros grain lucido lungo cm.85 - alto cm.4
Nastro rosa di tulle con bordino lungo cm.80 - alto cm.0.50
Nastro bianco di seta lungo cm.20 - alto cm.0.50
Filo per cucire rosa
Colla a caldo
Forbici

Esecuzione

Per prima cosa ho preso il piattino di opaline e, quasi al centro, ci ho incollato un supporto per far si che appoggiandovi il cuore questi rimanesse in posizione quai verticale.
Ho poi ripiegato il nastrino rosa di tulle che ho bloccato col nastrino bianco. Il tutto l'ho poi fissato con un po' di colla sulla parte alta del cuore.
Mi sono così dedicata ad abbellire la cupola di vetro.
Come prima cosa ho tagliato gli steli delle tre rose ad altezze diverse fissandoli al piccolo pomello posto sulla sommità della cupola ripiegandoli semplicemente attorno ad esso.
Ho quindi inserito tra le rose i due rametti di fiori di pesco rosa e i rametti di acacia bianca.
A questo punto mi sono dedicata al nastro rosa di gros grain: in uno dei capi ho formato un anello di circa 12 cm. fissandolo col filo da cucire, che lasciato più lungo mi è servito per legare il nastro al pomolo della cupola e per nascondere gli steli delle rose.
Ho fatto poi scivolare tra i fiori il nastro arrotolando leggermente il capo finale per dare un lieve sostegno al cuoricino di vetro.
Il centrotavola è così terminato, perciò non resta che attendere con trepidazione domenica prossima e sentire cosa ne pensa la festeggiata!

Ringrazio ancora Tiziano per la magnifica foto scattata al mio Centrotavola e per la sua sempre cortese disponibilità.

Ricordo a voi tutti, se vi interessa, che potete trovare altri spunti per realizzare dei Centrotavola visitando la galleria fotografica dei Centrotavola da me realizzati per varie occasioni e soprattutto augurandovi di trascorrere una gioiosa Festa della Mamma!

domenica 5 maggio 2019

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

L'artista ungherese Ágnes Herczeg ha studiato conservazione tessile presso l'Università ungherese di Belle Arti e negli anni ha maggiormente affinato la sua arte nel ricamo e nella lavorazione del merletto da utilizzare nelle sue opere come pizzi a spillo, macramè e altro.

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

Per dare risalto alle scene bucoliche, che con grande perizia ricama, usa dei bastoncini di legno riciclato per dare sostegno ai suoi lavori e tanti fili colorati.

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

Uomini e donne intenti nelle varie faccende domestiche o dei campi, prendono forma. Ma anche momenti di relax, di suggestione, traspaiono nei suoi lavori come una figura che osserva il lento scorrere del fiume o è seduta sotto agli alberi assorta nei suoi pensieri.

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

La finezza compositiva dell'artista è ancora più impressionante se si pensa che lavora su pezzi che vanno dai 6 ai 18 cm.

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

In ciascuna delle sue opere, Herczeg utilizza tutti materiali naturali partendo proprio dai piccoli pezzi di legno o altri materiali trovati che utilizza come base per i suoi ricami.

Scene domestiche e bucoliche nei piccoli pizzi colorati di Ágnes Herczeg

Potete vedere molte altre delicate opere d'arte di Ágnes Herczeg sulla sua pagina Instagram ed eventualmente quali sono disponibili per l'acquisto direttamente sul suo sito web.