sabato 2 luglio 2022

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Fanni Sandor è un'artista ungherese che sin dall'infanzia è stata affascinata dalle miniature costruendo la sua prima scultura a sei anni con stuzzicadenti, cera di candela, carta e colla.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

E proprio alle miniature ha dedicato il suo tempo diventando un vero e proprio lavoro.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Essendo biologa, ama natura e animali e le sue creazioni presentano dettagli incredibilmente accurati.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

L'artista, per ottenere un lavoro perfetto passa da due giorni a due settimane su un singolo pezzo. Da notare che per costruire il nido del pettirosso ci ha impiegato tre giorni.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Il suo processo è sfaccettato: inizia con la raccolta di fotografie della specie prima di abbozzare un prototipo.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Rinunciando agli stampi, la Sandor utilizza strumenti di goffratura e spilli per scolpire le figure di animali da argilla polimerica e filo. Dopo la cottura, cesella alcuni dettagli in più, dipinge e attacca la pelliccia e le piume dove necessario.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Espandendo il suo già minuscolo serraglio, l'artista ha creato miniature ancora più piccole in scala 1:12.

Squisite e dettagliate miniature di animali di Fanni Sandor

Si possono ammirare molte altre adorabili miniature di Fanni Sandor sulla sua pagina Instagram dove si possono trovare anche informazioni sul suo delicato quanto perfetto lavoro.

martedì 28 giugno 2022

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

L'artista Bryony Rose Jennings, di Portsmouth, trasforma vecchi ritagli di stoffa in opere d'arte inaspettate.
Come per comporre un puzzle, l'artista sceglie e cuce con cura ogni pezzo di tessuto sino a creare una colorata scultura di animali; di conseguenza, queste stravaganti figurine fatte a mano, sono piene di carattere.

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

Per la maggior parte della sua vita, l'artista, che ha un background nel design di gioielli, si è dedicata a ciò per cui aveva studiato, ma circa 14 anni fa, lavorando con un amico ad un intenso progetto, la creazione di un asino patchwork utilizzando solo materiali di recupero, ha dato il via a una nuova direzione creativa della sua vita e da allora realizza sculture tessili.

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

Le creazioni di creature tattili che vanno da grandi cani a piccoli topi, sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni. Nella maggior parte dei casi, per la Jennings, i materiali disponibili aiutano a ispirare l'aspetto del soggetto.

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

L'artista spiega: "Adoro la sensazione di essere totalmente consumata da qualunque cosa su cui sto lavorando, è facile perdermi nel processo, cercando il pezzo perfetto di tessuto sfrangiato per una ciglia o la stampa della foglia giusta per accentuare una caviglia o una coscia. Non sto cercando il realismo; il mio lavoro cerca un sentimento di vita e di anima. Gli animali nascono e mi attirano, c'è un punto di svolta in ogni scultura che realizzo, un momento in cui la personalità appare e inizia a dirigere la propria evoluzione, sembra un po' come per magia".

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

La Jennings ritiene che il processo di creazione della scultura sia ugualmente importante per il prodotto finito. E aggiunge: "Sono molto fortunata ad aver trovato un modo per guadagnarmi da vivere facendo qualcosa che amo, il viaggio è stato imprevedibile, anche il mio lavoro e dove mi porta è imprevedibile, ed è proprio così che mi piace".

Ritagli di tessuto dimenticati sono trasformati in animali patchwork di Bryony Rose Jennings

E' possibile ammirare molte più creazioni dell'artista sulle sue pagine Instagram, Facebook e sul suo sito web dove sono, anche disponibili per l'acquisto, le deliziose sculture di Bryony Rose Jennings.

sabato 25 giugno 2022

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Pippa Dyrlaga

Per secoli la carta è stata uno dei materiali più usati dall'uomo ed è stata storicamente un veicolo per comunicare, un mezzo per segnare appunti o scrivere opere immortali o elaborandola diventare un'opera d'arte.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Julia Ibbini

Heron Arts ha annunciato la mostra collettiva dove verranno esaminate le varietà di modi in cui gli artisti utilizzano esclusivamente la carta per creare opere d'arte.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Roberto Benavidez

L'apertura di Paper Show avverrà sabato 9 luglio e terminerà il 6 agosto. L'ingresso sarà dalle 16 alle 19 ed è gratuito e aperto al pubblico.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Judith + Rolfe

Su Heron Arts si legge: "Nella nostra società sempre più digitale, l'umile foglio di carta spesso non riceve più l'apprezzamento che merita. Per secoli, la carta è stata la nave più responsabile delle comunicazioni di massa. Senza di esso, non c'era modo di registrare storie in modo efficiente e affidabile, condividere notizie, diffondere idee o comunicare su lunghe distanze. Il posto della carta nel mondo dell'arte è altrettanto importante. Molto spesso, la carta è vista solo come un supporto di base, con vernice o inchiostro che trasportano la storia o il messaggio. Ma in Paper Show, la carta stessa diventa la vera paladina, utilizzata per costruire direttamente immagini e narrazione".

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Ale Rambar

Gli artisti che partecipano alla colletiva sono: Ale Rambar, Andrea Bergen, Christine Kim, Hari & Deepti, Huntz Liu, Judith + Rolfe, Julia Ibbini, Pippa Dyrlaga, Reina Takashi, Roberto Benavidez, Sara Rayo, Tiffanie Turner, Yuko Nishikawa e Zai Divecha.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Roberto Benavidez

Paper Show mira a mettere in evidenza una serie di possibilità di come viene usata la carta dagli artisti.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Pippa Dyrlaga

I modi in cui può essere manipolata possono variare notevolmente a seconda del tipo.

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Yuko Nishikawa

E su Heron Arts, continuano a spiegare: "Ogni artista tratta la carta con un approccio unico e molti utilizzano tipi di carta molto specifici per creare l'effetto desiderato, alcuni si concentrano sull'astrazione mentre altri sono basati sulla figura. Senza pittura o disegno di sorta, gli artisti fanno appello all'artigianato e alla precisione per creare opere d'arte estremamente dettagliate e spesso iperrealistiche".

Paper Show una mostra collettiva in cui 14 artisti esplorano il vasto potenziale della carta
Huntz Lui

Una mostra importante e interessante che sarebbe piacevole visitare, ma probabilmente ci accontenteremo di saperne di più tramite i mezzi tecnologici, utilissimi strumenti per tenerci aggiornati in tempo reale senza le lungaggini delle missive di carta. Con quella, però potremmo costruire un aeroplanino e sognare di viaggiare per raggiungere San Francisco e mescolarci tra il pubblico della mostra.

martedì 21 giugno 2022

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

Il prolifico artista spagnolo Pejac, che abbiamo già conosciuto qui, per il suo ultimo lavoro ha scelto l'ingresso di un edificio nel pieno centro della città di Aberdeen in Scozia.

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

La struttura scelta dall'artista ospita numerosi enti di beneficenza e residenze per persone vulnerabili che affrontano l'esclusione sociale.

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

Per questo, davanti all'ingresso, Pejac con grande maestria, ha creato uno zerbino composto da minuscole figure che compongono la parola "WELCOM"

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

Un messaggio di benvenuto per coloro che sono relegati ai margini della società e che decorosamente possono riconoscere l'importanza di un'accoglienza aperta e sincera.
L'idea è che sono "stanchi di essere calpestati", dice l'artista, e che c'è speranza, dignità e orgoglio da trovare quando siamo uniti.

Minuscole figure si uniscono per creare uno zerbino di benvenuto di Pejac

L'occasione di questo intervento artistico è stato il Nuart Festival 2022 che si è svolto dal 9 al 12 giugno.
Il tema di questa edizione, la seconda a cui Pejac ha partecipato, è stato quello di riconnettere la città e la sua gente.

Potete ammirare e seguire molti altri lavori di Pejac sul suo sito web e sulla sua pagina Instagram.

lunedì 20 giugno 2022

Murales evanescenti di David Popa

L'artista visivo David Popa realizza murales giganti sulle scogliere dei paesi nordici combinando arte, natura ed ecologia.
Le sue opere sono infatti dipinte sulle rocce con colori naturali e lavabili. Opere evanescenti. Intriganti. Sfuggenti.

In questo corto, Popa racconta Inceptus la genesi e la realizzazione del suo progetto a Senja, nelle isole Bergsøyan in Norvegia.

giovedì 16 giugno 2022

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

L'artista giapponese Hirotoshi Ito, che abbiamo già conosciuto qui, continua a creare sculture davvero fantastiche.

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

Come ben ricorderete l'artista usa le rocce che trova sulle spiagge vicino alla sua casa a Matsumoto City, le cesella per creare delle tasche ampliando degli intarsi naturali,

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

poi sul loro bordo applica fermagli o semplici cerniere, che rimanendo aperti, rivelano l'interno delle tasche.

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

E questo interno è davvero ricco di meraviglie che vanno da piccole piane, a conchiglie, a scenari surreali e futuristici anche ingannevoli, a file di denti, a monete o ingranaggi, nell'arco di pochi centimetri.

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

La famiglia di Ito lavora nella scultura della pietra dal 1879 e, sebbene avesse intenzione di rilevare l'attività, la sua esperienza di studio della lavorazione dei metalli al college, lo spinse a iniziare una pratica artistica.

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

Alcune delle sue sculture sono in mostra sino alla fine del mese alla Gallery Little High di Tokyo,

Nuove rocce di fiume sapientemente scolpite racchiudono tanti tesori di Hirotoshi Ito

ma continuando a guardare la sua pagina Instagram, è possibile trovare, oltre a molte altre creazioni, anche notizie sui prossimi lavori e mostre di Hirotoshi Ito, un artista che riesce a far sembrare la pietra un semplice materiale da manipolare o addirittura da affettare con un coltello da burro.

paroladalinkare

domenica 12 giugno 2022

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

L'artista Teri Gullon, con sede in Nuova Scozia, è un'esperta nell'infeltrimento ad ago.

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Questa tecnica consiste nel "punzecchiare" molte volte, con un ago speciale, la fibra di lana. L'ago ha una piccola dentatura verso la punta e questo fa sì che le fibre si leghino insieme. Più si pungono le fibre e più si compattano e questo facilita la creazione del progetto da realizzare.

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Come dicevo, Teri Gullon è abilissima nell'infeltrimento ad ago e riesce a creare deliziose creature da collezionare. Dal felice Shiba Inus ai capibara impilabili, i suoi animali variano sia per dimensioni che per specie.

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Ognuno è realizzato con cura per assomigliare a quello reale e l'artista ha molta capacità nell'imitare anche le sfumature delle varie pellicce.

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Quasi tutta l'arte di Gullon è abbastanza piccola da stare nel palmo della mano; queste dimensioni in miniatura rendono i suoi pezzi ancora più preziosi.

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

Si possono ammirare molti altri lavori di questa artista visitando la sua pagina Instagram e se interessati,

Deliziosi animali in miniatura creati con lana infeltrita ad ago di Teri Gullon

acquistare i lavori di lana infeltrita ad ago di Teri Gullon nel suo negozio Etsy.