mercoledì 24 febbraio 2010

Sandro Pertini 1990 - 2010

Alessandro Pertini detto Sandro nacque il 25 settembre 1896 a Stella San Giovanni in provincia di Savona, morì il 24 febbraio 1990 a Roma, dove ricoprì la carica di Presidente della Repubblica Italiana dal 1978 al 1985.
Fu il nostro settimo Presidente nel periodo in cui Karol Wojtyla, prendeva le redini della Chiesa diventando Papa Giovanni Paolo II.
Furono grandi amici, come del resto era ovvio succedesse, quando due persone intelligenti si incontrano condividendo punti di vista e pensieri.
La visione del mondo da parte dell'uomo politico, giornalista e antifascista Pertini collimò con quella dell'operaio, sacerdote e vescovo perseguitato del Papa Giovanni Paolo II.
Sono passati venti anni dalla morte del primo; un uomo "vecchio stampo" senza compromessi, integerrimo, un uomo che non usava mezzi termini per farsi capire e addirittura arrivava a non stringere la mano in pubblico, a chi si era compromesso con azioni poco chiare.
Una sua frase:
"I giovani non hanno bisogno di sermoni , i giovani hanno bisogno di esempi di onestà".
Ai giorni attuali si ha l'impressione di parlare di alieni, già alieni della morale.
Mi piace riportare la frase dello scrittore argentino Osvaldo Soriano:
"Non è necessario essere italiani per essere orgogliosi di lui. Basta appartenere al genere umano".

Sabato 27 febbraio alle ore 20,30 a Stella San Giovanni ci sarà una fiaccolata pubblica in ricordo del Presidente; i partecipanti si raduneranno presso la sede del Comune e percorreranno un tragitto che toccherà i luoghi pertiniani.
La manifestazione sarà conclusa nella piazza antistante la chiesa parrocchiale con un rinfresco ed un concerto di Marco Stella e Marco Cravero dal titolo “Mio nonno era Pertini”.
Domenica 28 febbraio alle ore 10,30 sarà la volta dell’iniziativa “Un fiore per Sandro” con ritrovo sulla piazza della chiesa.
Alle 11,30 i ragazzi della scuola media presenteranno “Fiori, canti e riflessioni per Sandro”, quindi seguirà un corteo, preceduto dalla banda, per la deposizione di fiori sulla tomba che ne conserva le ceneri.
Dalle ore 9,00 sarà possibile visitare la casa-museo di Sandro Pertini.

2 commenti:

Cristiano ha detto...

Un grande. Senza dubbio il presidente più amato di sempre dagli italiani.
Ciao

Milly ha detto...

@Cristiano: Sono d'accordo; auguriamoci che presto un nuovo galantuomo sia riconosciuto e seguito da questa società di basso profilo.
Ciao, a presto.